Horizon 2020: una testimonianza d’eccellenza

L’esperienza di Varvel SpA all’interno del Programma Europeo Horizon2020 è stata presentata in occasione del Workshop di Unindustria Bologna “Horizon 2020: il biennio 2016-2017”.

Varvel SpA, azienda bolognese con oltre 60 anni di esperienza nel settore delle trasmissioni di potenza, ha dato ufficialmente avvio al progetto biennale finanziato dall’Europa per la realizzazione di un nuovo riduttore a vite senza fine che promette di rivoluzionare il mondo delle trasmissioni meccaniche. Grazie alla preziosa partnership con Unindustria Bologna e la società di consulenza spagnola Inspiralia, Varvel ha superato con un eccellente risultato la seconda fase delle selezioni e ha avuto accesso agli strumenti di finanziamento Horizon 2020 dedicati alle piccole e medie imprese, con un budget stanziato superiore al milione di euro. In occasione del workshop “Horizon 2020: il biennio 2016-2017”, l’azienda ha portato la propria testimonianza di partecipazione al bando europeo per l’ottenimento dei preziosi fondi destinati alla ricerca e all’innovazione tecnologica.

Dall’idea iniziale, che è stata selezionata durante la Fase 1 del progetto europeo, la divisione Ricerca e Sviluppo ha dovuto sottoporre al giudizio della Commissione Europea un mirato e approfondito studio di fattibilità e uno strutturato business plan. Solo con il superamento della Fase 2 Varvel ha ottenuto il finanziamento e, a partire da gennaio, ha cominciato lo studio sui materiali e i calcoli per la realizzazione del prodotto. Nonostante si tratti della prima partecipazione a un bando europeo diretto, Varvel si è subito distinta nel panorama delle aziende italiane.

Questo risultato premia la ricerca nell’innovazione e il miglioramento che l’azienda porta avanti da sempre.

Abbiamo una lunga tradizione, ma non abbiamo mai smesso di guardare al futuro – dichiara Francesco Berselli Presidente di Varvel SpA – e proprio per questo motivo abbiamo subito creduto nella portata innovativa del progetto del nostro riduttore. Abbiamo lavorato al massimo per raggiungere questo traguardo dal respiro internazionale.”

Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA, afferma: “Partecipare a questo progetto europeo così importante è un’esperienza che ci stimola al miglioramento continuo in termini di ricerca e sviluppo, anche affidandoci alla collaborazione con partner d’eccellenza. Speriamo che la nostra testimonianza possa essere utile anche ad altre realtà che hanno idee innovative in grado di incidere positivamente nell’economia europea e di dare ulteriore pregio al made in Italy nel mondo”.

Sei un giornalista?

Se sei un giornalista e vuoi avere maggiori informazioni sul Gruppo Varvel, scrivi a marketing@varvel.com e ti forniremo le risposte e i materiali che cerchi!